Crea sito

Articles Comments

Basilicata mia » Ambiente, Economia, Lavoro, Petrolio e Gas, Val d'Agri » Il petrolio in Basilicata: situazione attuale

Il petrolio in Basilicata: situazione attuale

Uno sguardo generale sulle attuali attività estrattive.

Nel 2004, nel comune di Calvello, i primi sintomi di un inquinamento forte e indisturbato. Infatti la fonte Acqua dell’Abete, a 1200 metri sul livello del mare, risultò inquinata, e i prelievi effettuati, dopo le analisi dell’Arpab  vennero classificati con il codice CER 170503: terre e rocce contenenti sostanze pericolose. Stessa situazione si verificò nel 2008, e anche in questa situazione ci fu il sequestro della zona interessata e  l’interessamento della Procura di Potenza. In entrambi i casi l’inquinamento si è presentato sotto forma di affioramenti oleosi. La spiegazione potrebbe essere solo una: le trivellazioni perenni che si svolgono a poca distanza dalla sorgente, in una posizione sopraelevata rispetto ad essa, al pozzo Cerro Falcone 2. In più, dopo ciò che accadde nel 2008, la Ola, Organizzazione lucana ambientalista, chiese all’Assessore all’Ambiente della Regione Basilicata, Vincenzo Santochirico, di conoscere i motivi ufficiali alla base del sequestro dell’area; la natura e la quantità degli inquinanti rinvenuti; le azioni intraprese a tutela della salute pubblica e quella degli animali; le azioni intraprese nei confronti dei responsabili dell’inquinamento; le azioni di monitoraggio ambientale sul sito di cui trattasi, ma l’Assessore non si è degnato di rispondere.

In più va considerato l’inquinamento dal idrogeno solforato, indicato con la sigla H2S. Da uno studio fatto dalla dottoressa Maria Rita D’Orsogna, del Department of Biomathematics dell’University of California nel 2007, si legge chiaramente: “La letteratura scientifica è unanime nel riconoscere la tossicità dell’H2S. Una esposizione ad alte dosi può anche provocare la morte istantanea. Esiste infatti ampia documentazione di accidentale emissione di H2S da impianti di lavorazione del petrolio, anche in tempi recenti. L’evidenza medico-scientifica mostra come anche un contatto quotidiano con basse dosi di H2S, dell’ordine di grandezza delle normali immissioni nell’atmosfera da un centro di idro-desulfurizzazione, possa essere di alta tossicità sia per la salute umana che per quella animale e vegetale. L’ H2S, classificato ad alte concentrazioni come veleno, a basse dosi può causare disturbi neurologici, respiratori, motori, cardiaci e potrebbe essere collegato ad una maggiore incidenza di aborti spontanei nelle donne. A volte questi danni sono irreversibili. Da risultati recentissimi emerge anche la sua potenzialità, alle basse dosi, di stimolare la comparsa di cancro al colon. L’idrogeno solforato è una sostanza fortemente velenosa, la cui tossicità è paragonabile al cianuro. A temperatura ambiente, ed alle basse concentrazioni, l’idrogeno solforato è un gas incolore e che emana un caratteristico odore di uova marce. Il gas è infiammabile, e brucia con una fiamma bluastra a temperature superiori ai 260 °C. Concentrazioni di H2S nell’aria superiori al 4% sono esplosive. I tipici valori di H2S tipicamente immessi nell’atmosfera da processi naturali sono inferiori ad 1 ppb (una parte per bilione). Metà della popolazione è capace di riconoscere l’odore acre dell’H2S già a concentrazioni di 8 ppb, e il 90% riconosce il suo tipico odore a 50 ppb. L’H2S diventa però inodore a concentrazioni superiori alle 100 ppm (100 parti per milione) perché immediatamente paralizza il senso dell’olfatto. Classificazione dell’Unione Europea dell’H2S: estremamente infiammabile, molto tossico se inalato, pericoloso all’ambiente, estremamente tossico per gli organismi acquatici. Rapporto ufficiale delle Nazioni Unite: A causa dei gravi effetti tossici dovuti all’esposizione alle alte concentrazioni di H2S per brevi periodi di tempo, qualsiasi tipo di contatto con questa sostanza deve essere evitato.” Lascio a voi la lettura del resto del documento, che qui vi segnalo.

Nell’area interessata dall’estrazione petrolifera, fin dall’inizio delle perforazioni, non è mai stata istallata la rete di monitoraggio delle emissione delle attività estrattive, che invece doveva essere costruita dall’Eni, come stabilito dall’accordo con la Regione Basilicata. Non sono stati previsti piani di emergenza per eventuali pericoli derivanti dall’attività petrolifera e neanche piani di evacuazione per la popolazione, che dovevano essere prevista dalle amministrazioni comunali interessate e dall’Eni. Assente è anche l’accordo tra la Regione e l’Eni sullo smaltimento dell’oleodotto Viggiano-Taranto alla fine delle attività estrattive, ciò vuol dire che la tubazione rimarrà sotto terra anche dopo la fine del petrolio.

Bisogna considerare i gravi incidenti dovuti all’attività industriale: incidenti delle autocisterne, incidenti ai pozzi, incidenti al centro oli, incidenti alle tubazioni. “Incidenti” che hanno causato fuoriuscita di greggio e conseguente inquinamento dell’area circostante. In più bisogna considerare la fuoriuscita di idrogeno solforato dalle conseguenti perdite e rotture. Inquinamento che ha raggiunto picchi inauditi di tossicità per la popolazione, la vegetazione e la fauna. Danni che non sono stati ripagati dai colpevoli (l’Eni) e risanamenti delle aree inquinate fatti alla meno peggio.

Altra grave mancanza nel rapporto istituzioni pubbliche locali e cittadino, si mostrano anche nell’impossibilità di reperire i dati sull’inquinamento dell’area dovuto alle estrazioni, che l’Eni mensilmente manda alla Regione Basilicata, alla Provincia di Potenza, al Comune di Viggiano e all’Arpab. Infatti, questi dati non vengono pubblicati, né resi pubblici a chi volesse prenderne visione.

Va considerato anche il pericoloso e preoccupante silenzio istituzionale delle amministrazione comunale di Policoro, sul cui territorio si svolgono trivellazioni ed estrazioni di gas, nelle vicinanze di case coloniche abitate, senza che il Comune ne riceva un qualche compenso in termini di royalties. In più, va aggiunto che non ci sono centraline di monitoraggio nella zona interessata e nessuno può fornire dati certi sull’inquinamento dovuto alle trivellazioni.

Pericolosa è anche la continua richiesta di autorizzazioni a trivellare o effettive trivellazioni a pochi metri dall’Ospedale di Villa d’Agri, dall’abitato agricolo nel Comune di Policoro, da alcuni condomini di Marconia, dalla diga del Pertusillo, nelle aree protette dei parchi naturali e delle riserve tutelate, come il parto Appennino Lucano – Val d’Agri Lagonegrese e il parco Gallipoli Cognato – Piccole Dolomiti Lucane, entrambe zone in cui è vietata qualsiasi attività di trivellazione, ma dove potrebbe iniziare l’attività estrattiva a causa di una modifica della Legge Regionale 47/97. Senza contare i continui via libera che la Regione Basilicata dà a nuove trivellazione e la rinuncia a sottoporre alla Valutazione di Impatto Ambientale i vari progetti delle compagnie petrolifere.

I costi delle attività estrattive che vengono sostenuti dalle ditte di estrazione ammontano a circa 6,3 euro al barile. Le royalties pagate alla regione sono stimate al 7% dei prezzi di mercato di cui il 15% va alle amministrazioni locali. L’Eni afferma che alla fine del 2007 ha speso 368 milioni di euro, con una produzione lorda del valore di circa 5,2 miliardi di euro. La convenienza è spudoratamente palese e noi lucani non ne beneficiamo affatto.

In una conferenza stampa di febbraio scorso, il Wwf Basilicata ha illustrato l’attuale situazione delle attività estrattive della Val d’Agri. Si legge espressamente dal sito dell’organizzazione ambientalista: “Il perimetro del parco è stato discusso metro per metro, disegnato più in funzione delle attività estrattive che non delle esigenze di conservazione della natura e di promozione territoriale.” In più: “Le carte in nostro possesso in merito al permesso di ricerca ANZI, indicherebbero una palese violazione del decreto istitutivo del Parco che esplicitamente vieta all’interno dell’area protetta non solo le attività estrattive, ma anche quelle di ispezione e ricerca.” Si legge ancora: “Il WWF ha presentato in conferenza alcuni documenti con dati eloquenti sulla palese inottemperanza degli impegni assunti con l’intesa Regione – ENI del 1999 e sull’utilizzo fortemente discutibile delle royalities riconosciute alla Regione. Preoccupa anche la carenza delle analisi sulle sostanze che dovevano essere costantemente monitorate per quanto riguarda le componenti di  H2S (Idrogeno Solforato), il benzene, gli IPA (idrocarburi policiclici aromatici) ed i COV (composti organici volatili). In merito all’utilizzo delle royalties, invece, emerge chiaramente  che l’attribuzione dei fondi ai Comuni risponde più ad una logica di suddivisione che non di progetto complessivo in cui le tematiche ambientali diventano riferimento di scelte per lo sviluppo dal basso del sistema economico basato su investimenti  di media e lunga durata.”

Curiosità n°1, tutta lucana: sono state trovate tracce di idrocarburi dentro il miele, cosa mai vista al mondo.

Curiosità n°2: neonati sottoposti ad esalazioni petrolifere presentano uno sviluppo neurologico deficitario, quindi fortemente compromessi nella loro attività di ragionare, di sviluppare un pensiero critico (potrebbe interessare a Berlusconi).

Curiosità n°3: le royalties in Libia sono al 90%, Norvegia 80%, Canada 60%. In Italia al 7% su terraferma e 4% in mare. In più se viene estratto gas o petrolio sotto un determinato volume massimo, non si paga assolutamente nulla.

Curiosità n°4: le società petrolifere estere, nei loro comunicati ai loro azionisti, dichiarano di voler investire fortemente in Italia perché i vincoli ambientali e i controlli sono praticamente assenti, le royalties sono basse, la legislazione è favorevole e non restrittiva, e dulcis in fundo, citando espressamente: “in Italia siamo a basso rischio politico.

Insomma, ci prendono per il culo. Ma i politici italiani cosa pensano di queste espressioni dei petrolieri? O sono tutti piegati a 90° a ricercare il basso rischio politico?

Written by

Filed under: Ambiente, Economia, Lavoro, Petrolio e Gas, Val d'Agri · Tags: , ,

15 Responses to "Il petrolio in Basilicata: situazione attuale"

  1. giangi74 ha detto:

    ma vogliamo renderco conto di tutto cio’che ci sta’accadendo?????abitanti del territorio italiano!!!riprendiamoci i nostri DIRITTI!!!!!!le logge massoniche ci impongono sempre il loro marcio e lucroso interesse speculando su noi cittadini poveri,e indifesi!!!!basta!!!!!riprendiamoci in mano la nostra bella italia!!!!la stiamo svendendo pezzo dopo pezzo!!noi non dobbiamo permetterci di farci pisciare in testa da azionisti speculanti e senza un bricioli di considerazione di chi li sta’ospitando e riempendo le tasche!!!!!EVERSIVITA’DOVRA’ESSERE IL NOSTRO GRIDO DI RIBELLIONE!!!!!!

    1. Antonio Di Matteo ha detto:

      quoto in toto. ogni nostro gesto quotidiano può risultare un atto di ribellione. basta non comprare la coca cola, non mangiare il philadelphia, comprare vestiti made in italy, pasta fatta solo con grano italiano. ecc ecc. questa è ribellione. dobbiamo ricordarci che questa economia globalizzata vive solo del nostro consumo, dei nostri soldi. se noi impariamo a spendere, cambierà anche il mondo.

      1. giangi74 ha detto:

        mi dispiace ma non abbiamo piu’tempo x queste stronzate!!!!bisogna muoversi come si deve!!piu’ma dobbiamo volerlo tutti!!!

        1. Antonio Di Matteo ha detto:

          però non ci hai detto come…

          1. giangi74 ha detto:

            volete sapere come….ma dobbiamo essere pronti tutti pero’tu trovami persone che hanno voglia di fare una rivoluzzione e poi ti dico come farla……ma non cani sciolti servono ragazzi vergini……non corruttibili a qualsiasi forma di lucro..persone che amano veramente questo paese!!!persone che amano la vera politica sociale!!!!gente istruita……allora si che so puo’inizziare a fare qualcosa e con la fedina penale pulita!!ciao.

          2. Antonio Di Matteo ha detto:

            vuoi vendere un bel appartamento senza farlo visionare ai possibili acquirenti? il mercato lo rifiuterebbe e l’appartamento stesso, anche se di valore reale immenso, dato che manca l’offerta ha valore di mercato nullo.

  2. giangi74 ha detto:

    ??????vorresti essere piu’chiaro,grazie!

  3. giangi74 ha detto:

    antonio che ti sei perso?

    1. Antonio Di Matteo ha detto:

      se non dici cosa vuoi fare come pretendi che la genti ti segua? è un controsenso.

  4. giangi74 ha detto:

    scusami matteo ma ho la testa x aria questi giorni mia nonna che e lei la capostipite potentina e in ospedale a presto matteo e buon lavoro forza lucania!

  5. giangi74 ha detto:

    FAI GIRARE QUESTO LINK GRAZIE E PROPRIO QUESTO QUELLO CHE VORREI..

    ITALIA
    SOCIETA’OPERAZIONI

    l’Italia cosa e’ una società’ circense?una fabbrica di giocattoli?una parodia di qualcosa su cui il mondo intero possa divertirsi alle nostre spalle?o dovrebbe essere una nazione di cui far invidiare tutto il mondo?no!perché popolo e con voi che vorrei parlare svegliamoci!!tiriamo fuori le unghie,dobbiamo riprendere l’orgoglio perso x colpa di qualche burattinaio politico corrotto inadatto al suo lavoro….cioe’ LA POLITICA!!lcosi’ ragazzi la politica non la si fa’ da oggi al domani!ma ci vogliono molti anni di esperienza sul campo…..LA VERA POLITICA!non quella corrotta,non quella sporca e lucrosa, dispendiosa,priva di ogni forma di rispetto x i suoi elettori!!!ho visto l’latro giorno lo spettacolo di benigni e debbo dire che il riassunto inerente allo statuto della nostra costituzione mi e’molto piaciuto!|ma quanti l’ha rispettano dei nostri politici?ma quanto poi sapranno di che stiamo parlando?……..si collega a quello che ho scritto poc’anzi…cambiamento radicale e quello che ci vuole !!il popolo e stanco di vedere sempre le solite facce che da decenni seduti a scaldare poltrone con le piaghe nel culo…basta!!quali sono i nostri traguardi?soltanto uno sputtanamento a livello mondiale……riprendiamoci in mano la nostra nazione!e nostra ci appartiene e del popolo sovrano!voi politici corrotti come vi siete permessi di rovinarla?come vi siete permessi di farci entrare dentro una moneta che piu’ problemi non ci ha dato?non dimenticarti POLITICO!che il potere come l’abbiamo dato così’ possiamo togliertelo!!non hai nessuno diritto di farci questo!!!e uno schiaffo alla nostra intelligenza di elettore!!guardate!vi sembra un bel panorama politico quello che avrete costruito???ah! gia’ma forse voi l’avete fatto non per il bene di una nazione chi lo sa…che cosa vi frulla i quella povera e misera testa…….in campagna siete così’ tanto preziosi e confortanti e pieni di fare con esuberanza di fare del bene……ma poi che succede?non vi si trova più’ avete perso la strada forse?l’orientamento politico cambia totalmente!!basta!!!!!eversivita’ non vi vogliamo più’ fuori dai coglioni!!non avete raggiunto il vostro scopo l’opportunita’vi sono state date…non avete raggiunto il cosi’traguardo promesso!!!FUORI DAI COGLIONI!!!!MA COMPLETAMENTE DALLA POLITICA!SENZA ALCUN RIMBORSO SPESE NE BUONE USCITE……sarebbe una doppia presa x i fondelli!un programma il suo traguardo!l’equazione e facile!!l’obbiettivo non centrato!politico incompetente!FUORI DAI COGLIONI!!!!PERSONE COME:CASINI,FINI,BERSANI,BERLUSCONI,BOSSI,VENDOLA,IL COSI’AMATO MAGISTRATO DI PIETRO…..ETC,ETC,…TUTTE PERSONE CHE HANNO AUTATO L’IMPOVERIMENTO DELL’ITALIA!

    SISTEMA POLITICO EVERSIVO

    -L’UOMO POLITICO AVRA’IL DOVERE DI SOSTENERE UN’ESAME DI ENTRATA
    -L’UOMO POLITICO DOVRA’AVERE LA PROPRIA FEDINA PENALA INTATTA SENZA CARICHI PENDENTI.
    -L’UOMO POLITICO NON DOVRA’AVERE NESSUN RAPPORTO CON ORGANIZAZZIONI ILLEGALI E LUCROSE.
    -L’UOMO POLITICO PERCEPIRA’ UNO STIPENDIO FISSO PIU’ PROVVIGIONI A OBBIETTIVO POLITICO RAGGIUNTO.
    -L’UOMO POLITICO DOVRA’ AVERE UNA LAUREA IDONEA PER LO SVOGIMENTO DELLA SUA FUNZIONE.
    -L’UOMO POLITICO DOVRA’ESSERE IMPARZIALE E INFLESSIBILE SU DECISIONI PRESE X IL BENE DEL SUO POPOLO SOVRANO
    -L’UOMO POLITICO NON AVRA’NESSUN BENEFICIO QUALORA NON ADEMPISSE AL SUO LAVORO IN MODO CORRETTO NEL RISPETTO DEL SUO DATORE DI LAVORO (IL POPOLO SOVRANO)
    -L’UOMO POLITICO VERRA’CONCESSA LA SCORTA E LA MACCHINA BLU SOLO X ESTREMA NECESSITA'(APPROVATA DA UNA COMMISIONE ESTERNA X LA SICUREZZA)
    -L’UOMO POLITICO NON AVRA’NESSUN BENEFICIO DI NESSUNA NATURA DIVERTENTISTICA,STADIO CINEMA,RISTORANTI,ETC,ETC..)
    -L’UOMO POLITICO POTRA’RISIEDERE IN PARLAMENTO SOLO X MERITOCRAZIA RAGGIUNTA.
    -L’UOMO POLITICO LI SARANNO CONCESSI I RIMBORSI SPESE
    -L’UOMO POLITICO DOVRA’SOSTENERE ESAMI SPECIFICI TOSSICOLOGICI SEMESTRALI.
    -L’UOMO POLITICO AVRA’UNA SUA DURATA DI MAX QUATTRO LEGISLATURE DIMOSTRANDONE SERIETA’ E ATTACAMENTO POLITICO

    COMMISSIONE DI SICUREZZA DEL POPOLO SOVRANO

    -LA COMMISSIONE AVRA’ IL COMPITO DI TUTELARE IL POPOLO SOVRANO
    -LA COMMISSIONE AVRA’IL COMPITO DI VIGILARE SULLA PERSONA POLITCA
    -LA COMMISSIONE AVRA’IL POTERE DECISIONALE SULLA PERSONA POLITICA QUALORA DOVESSERO ESSERCI CAUSE DI INADEMPIENZE POLITICHE.
    -LA COMMISSIONE SI BATTERA’SU QUALSIASI FORMA DI LUCRO,ILLEGALITA’,INADEMPIENZE DA PARTE DI POLITICI CORROTTI!AVENDONE IL POTERE DECISIONALE…
    -LA COMMISSIONE SARA’ESCLUSIVAMENTE A BENEFICIO DEL POPOLO SOVRANO
    -LA COMMISSIONE SARA’COSTITUITA DA COMMISSARI POLITICI NAZIONALI COMPOSTA DA 20 UOMINI DI CUI UNO X OGNI REGIONE ITALIANA.
    -IL COMMISSARIO SARA’ELETTO SEMPRE DAL POPOLO SOVRANO
    -LA COMMISSIONE POLITICA ITALIANA E COMPOSTA DA UOMINI POLITICI VETERANI CHE HANNO SEMPRE ADEMPITO IN MODO CORRETTO L’ATTIVITA’ POLITICA IMPRENDITORIALE
    FAVORENDONE LO SVILUPPO INDUSTRIALE NAZIONALE ACCRESCENDONE IL PRINCIPIO FONDAMENTALE DI OGNI SUO CITTADINO IL DIRITTO AL LAVORO E ORGOGLIO NAZIONALE.
    -LA COMMISSIONE AVRA L’OBBLIGO DI TUTELARE IL POPOLO SOVRANO GESTENDONE LE SCELTE AL MEGLIO POSSIBILE!
    -LA COMMISSIONE SARA’IN TOTALE TRASPARENZA AGLI OCCHI DEL POPOLO SOVRANO

    IL POPOLO SOVRANO
    -IL VOTO E UN DIRITTO DI OGNI CITTADINO QUINDI UN DOVERE VOTARE
    -IL CITTADINO DETENUTO AVRA’LA POSSIBILITA’DI POTER VOTARE AVENDONE LA GIUSTA COERENZA NEL FARLO
    -OGNI CITTADINO SARA’INFORMATO DI OGNI PARTECIPANTE AL VOTO CON ALLEGATO DOCUMENTAZZIONE DI OGNUNO DI ESSO.
    -IL CITTADINO E TENUTO A DENUNCIARE QUALSIASI FORMA DI IRREGOLARITA’ NEL VOTO DESCRIVENDONE LA MOTIVAZIONE.
    -IL CITTADINO DOVRA’ESSERE COERENTE CON LE SCELTE DEL SUO PARTECIPANTE CECANDONE DI CAPIRE LE GIUSTE INTENZIONI POLITICHE…
    -IL CITTADINO DOVRA ESSERE SEMPRE DOCUMENTATO DELLA SITUAZIONE POLITICA AVENDO COSI’MAGGIOR POSSIBILITA’ DI TROVARSI UN GIUSTO ELETTO
    – LA POLITICA NON AMMETTE IGNORANZA IL CITTADINO DOVRA’ESSERE SEMPRE PREPARATO ALL’ OCCORENZA DI VOTO!UNA GIUSTA POLITICA PORTERA’AD UN’ITALIA MIGLIORE..
    -IL CITTADINO QUALORA NON DOVESSE VOTARE PAGHERA’ UN’AMMENDA DI 50,00 EURO CHE ANDRA’A FINIRE NELLE CASSE DELLA COMMISSIONE DI SICUREZZA POLITICA.
    -IL VOTO NON SARA’PIU’UN SEGRETO!!QUINDI OGNI CITTADINO DOVRA’ASSUMERSI LE RESPONSABILITA’ DI FIRMA SUL SUO ORIENTAMENTO POLITICO.
    -IL CITTADINO DOVRA’SEMPRE RISPETTARE LE DECISIONI DELLA COMMISSIONE DI SICUREZZA POLITICA.

    FINANZIAMENTI DEI PARTITI

    DA OGGI IL FINANZIAMENTO AI PARTITI CESSERA’DI ESISTERE OGNI PARTITO DOVRA’FINANZIARSI DA SOLO!!I TUTTI AVRANNO LO STESSO BAGET DI USCITE!UNA CAMPAGNA ELETTORALE NON DOVRA’AVERE NESSUN DISLIVELLO NEI CONFRONTI DI ALTRI!!IL PICCOLO PARTITO CESSERA’DI ESISTERE!

    ORIENTAMENTO POLITICO

    -ESISTERANNO SOLO DUE SCHIERAMENTI POLITICI NAZIONALI LA DESTRA E LA SINISTRA
    -I PARTITI DI BASSA ENTITA’NON DOVRANNO PIU’ESISTERE.
    -CESSERANNO LE COALIZIONI POLITICHE SONO UN MALE X LA SOCIETA’
    -ORIENTAMENTI CHE POSSANO SUSCITARE SCOMPIGLI INEGUAGLIANZE FILO RAZZIALI SARANNO PERSEGUITI DALLE PUBBLICHE ISTITUZIONI.
    -OGNI POLITICO CHE SIA DI DESTRA O DI SINISTRA AVRA’LA POSSIBILITA’IN BASE ALLE SUE ATTITUDINE AMBIRE ALLA POLTRONA POLITICA.
    -I DUE SCHIERAMENTI DOVRANNO ESSERE CONSONI AL NUOVO SISTEMA POLITICO EVERSIVO.
    -LE POLTRONE SIA ALLA CAMERA CHE AL SENATO SARANNO DIMEZZATE DI NUMERO.
    -I SENATORI A VITA SARANNO CESSERANNO DI ESISTERE.PERCEPIRANNO UNA BUONA USCITA IN BASE ALLA LORO CONDOTTA COSTITUZIONALE.
    -I COSTI DELLA POLITICA SI ABBATERANNO DELL 50%.
    -IL POLITICO DOVRA’FARE LA GIUSTA POLITICA X AMORE DELLA SUA PATRIA E NATA PER QUELLO LA POLITICA!SENZA SCOPI ALTERNI……

    PRESIDENZA DEL CONSIGLIO

    -I MINISTERI RIMARRANNO TALI ECCETTO QUALCHE VERIFICA SUL DECASTERO
    -L PRESIDENTE DEL CONSIGLIO NON AVRA’PIU’ POTERE TOTALE DI COSTITUIRE IL SUO MINISTERO ESSO DOVRA’COLLABORARE CON LA COMMISSIONE POLITICA DI CONTROLLO.
    -IL MANDATO LEGISLATIVO SARA’SEMPRE DI CINQUE ANNI.ECCETTO LA SCARSA VALIDITA’ GOVERNATIVA SI COSTRUIRA’ UNA PRESIDENZA D’URGENZA.

    COSA POTERVI DIRE DI PIU’QUESTO PENSO CHE SIA IL TUTTO COME LA VEDREI IO!IO PENSO CHE CON LE PERSONE VALIDE CON UN’OTTIMO SPIRITO POLITICO IMPRENDITORIALE POTREMMO FARCELA!NON MANCA NULLA ALL’ITALIA X QUANTO PICCOLA SIA MA QUANTO PREZIOSA POTREBBE DIVENTARE MA SOLO CHI GOVERNA CON LA GIUSTA MENTALITA’ E RIPETO SPIRITO IMPRENDITORIALE NON LUCROSO POSSA PORTARE UNA COSI’PICCOLA NAZIONE L’INVIDIA DI TUTO IL MONDO!!!!LA STORIA SE NON VADO ERRATO CI AVRA’INSEGNATO QUALCOSA(IMPERO ROMANO)….DITEMI UNA COSA MA XCHE DOBBIAMO CONTINUARE A AFRCI PRENDERE X IL CULO MONETARIAMENTE PARLANDO!!!L’EURO??MA COSA SAREBBE L’EURO VE LO SPIEGO IO E LA PIU’GROSSA INCULATA CHE SOLO IL NOSTRO GOVERNO POTESSE FARCI!!!E CHI NE STA’PAGANDO LE CONSEGUENZE??VOI!!IO!TUTTI!!!CON TUTTE LE RISORSE CHE ABBIAMO IN ITALIA NON AVREMMO BISOGNO NEANCHE DI COMPRARE ALL’ESTERO! !QUINDI SAREBBE OPPORTUNO ELIMINARE QUESTA MONETA ODIOSO MA NON DEL TUTTO SOLO NAZIONALMENTE AVENDO COSI’DUE MONETE DI SCAMBIO EURO E LIRA!!MA SERVE L’AIUTO DI TUTTI VOI!!IO DA SOLO NON POSSO!
    L’IMU UNA GRANDISSIMO REGALO DEL SIGNOR MONTI! SIETE ANDATI A METTERE L’IMPOSTA SULLA PRIMA CASA MA VI RENDETE CONTO!UNA NECESSITA’DI VITA…SI POTEVA EVITARE PRENDENDOLI DA ALTRI ENTI!QUESTO XCHE’ANCHE GRAZIE A TUTTI GLI SPRECHI CHE CI SONO STATI!!FALSI IN BILANCIO,CATTIVE GESTIONI PATRIMONIALI,SPERPERO INUTILE DI SOLDI,ETC,ETC,…MA CHI PAGA LO SCOTTO DI TUTTO QUESTO?SEMPRE IL POPOLO SOVRANO!!.
    L’ITALIA DOVRA DIVENTARE UNA FABBRICA DI SOLDI UNA MULTINAZIONALE DI TUTTI NOI DEL POPOLO SOVRANO!DOBBIAMO ESSERE NOI GLI INVESTITORI PERO’LA BORSA DOVRA’ESSERE MONITORATA DA NOI DEL POPOLO SOVRANO E NON DA SPECULATORI ESOSI SENZA SCRUPOLI BASANDOSI SOLO SU DI UNA STUPIDA LORO LEGGE DI MERCATO!!!
    SONO A NOMINARE LA PAROLA ITALIA DOVREBBERO CRESCERTI I SOLDI IN TASCA MA NON E’COSI’PURTROPPO………..

    PS.E QUESTO QUELLO CHE VORREI…CHE POTREMMO VOLERE TUTTI FALLO GIRARE DOVUNQUE SE PUOI CERCANDO DI PRENDERE CONSENSI CIAO CARO!TIENIMI AGGIORNATO!

    1. Antonio Di Matteo ha detto:

      condivido l’idea di fondo, ma il problema diventa la costituzione italiana e si dimentica anche che servono maggiori freni alla discrezionalità dei politici, ad esempio ponendo referendum semestrali su tutte le leggi importanti. così facendo si fa partecipare la popolazione all’accrescimento della nazione. l’italia non ha bisogno di dittature, ma di discussione ed educazione civica.

  6. giangi74 ha detto:

    ma non e’una dittatura anzi!qui parliamo di far star bene una nazione nella legalita’ piu’trasparente possibile!!questa e un’idea di come potrebbe a mio piacimento esserlo!

  7. agnesina pozzi ha detto:

    cito nel suo bell’articolo qualcosa che francamente stona.”Curiosità n°2: neonati sottoposti ad esalazioni petrolifere presentano uno sviluppo neurologico deficitario, quindi fortemente compromessi nella loro attività di ragionare, di sviluppare un pensiero critico (potrebbe interessare a Berlusconi).”

    Non capisco cosa c’entri Berlusconi in tutto ciò dal momento che l’incapacità di sviluppare un pensiero critico al momento riguarda la maggior parte dei lucani che, nonostante quanto accaduto per il sito unico di scorie radioattive /che stava per passare col silenzio-assenso e gli accordi di Bubbico (allora Presidente Regione) col Governo centrale, come risulta dal verbale della seduta del Consiglio dei Ministri pubblicata dall’Indipendente di Matera- Bubbico che ebbe anche la sfacciataggine di cavalcare la protesta/, e nonostante quanto sta accadendo col petrolio e i suoi annessi e connessi business continua a votare PD.

    1. Antonio Di Matteo ha detto:

      la mia era una battuta di cattivo gusto sulla comunicazione attuata da berlusconi con le sue televisioni. nulla di più. per il resto condivido a pieno la tua analisi.